domenica 15 marzo 2009

Il sole che calava già...rosseggiava la città...

E allora succede che delle volte dài per scontato che non farai una cosa, che ormai è troppo tardi, che non si può mica andare a vedere un concerto quando sono ormai le 18.00 passate e non hai nemmeno il biglietto in tasca...

E invece basta convincersi che si può, e with a little help from my friends...eccomi a Treviglio, a sentire Guccini, che poi io dico che i concerti se non li vedi in prima fila, non vale la pena vederli...e prima fila è stata.
Due ore di pura emozione...

L'attacco intramontabile di Canzone per un'Amica, che mi ricorda sempre le gite domenicali da bambina, Noi Non Ci Saremo, e ripensare a qundo quel pezzo lo cantavano assieme, il Guccio e Augusto...
Seduta per terra con le gambe incrociate, 20enni e 50enni insieme, vicini, a sgolarsi con la Locomotiva o a commuoversi con Cirano o Eskimo, chi quel periodo l'ha vissuto e chi ha solo sognato di viverlo...
"E pensavo dondolato dal vagone "cara amica il tempo prende il tempo dà... noi corriamo sempre in una direzione, ma qual sia e che senso abbia chi lo sa... restano i sogni senza tempo, le impressioni di un momento, le luci nel buio di case intraviste da un treno: siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nella testa e il cuore di simboli pieno..."

3 commenti:

Leanne ha detto...

il guccio mi sembra ancora parecchio in forma...speriamo, come dici tu, che il suo fegato regga ancora qualche anno..che magari io intanto mi faccio passare le paranoie da palazzetti dello sport affollati e la prossima volta che è in zona, cascasse il mondo, ci vado anche io a vederlo. visto..mai dire mai...tutto nella vita è una sorpresa..questo ti serva di lezione :)
un abbraccio e buona domenica...cerca di reggerla bene

Carlotta ha detto...

AHHHHHHHHHHH..che invidia e un incalcolabile numero di ricordi!

Hiraeth ha detto...

@ Vale: La voce c'è ancora, magari un po' arrochita dal tempo e dal resto, ma c'è eccome, e sa ancora fare il suo "mestiere" sissignore...che poi se c'è una cosa che dico che fa bene dalle nostre parti, è il Sangiovese, dico che lui ne è la prova! :) E secondo me dura ancora...però non aspettare troppo te, con le paranoie, che poi guarda, i concerti suoi sono davvero abbordabilissimi, io ok mi sono stata davanti, ma davvero zero pressa o gente che spingeva, assolutamente, se poi vai seduta sugli spalti non ti manca aria sicuro! E comunque vero, anche per ricollegarmi a quello che scrivevi tu, mai dire mai, e un'altra delle cose per cui, personalmente, trovo Un Senso a questa vita (mica c'aveva pensato anche il Vasco per caso?!) è che non puoi mai immaginare quello che può succedere...
Domenica scongiurata e pure lunedì...buon proseguimento cara!

@ Carlotta: Io te l'avevo detto...fino alla fine non sapevo se andare o no (pensa, me la menavo un sacco x i soldi, che sto in bolletta nera, poi ho scoperto che li per lì, senza prevendita...erano 27 euro!) ma sono stata immensamente felce d esserci...
Che poi mi viene in mente "e poi saran le ultime oramai"....e allora finchè posso ci voglio essere...anche per me ricordi su ricordi...e a sto giro mi sono pure portata via la locandina...e a sto giro mi hanno riaccompagnato a casa gentilmente due ragazzi della Polizia Provinciale (Padana!) in volante, di loro iniziativa...caaariiiiii....
Bando alle invidie, tu abiti nella Mia Terra e io pagherei oro per svegliarmi ogni giorno sotto un cielo irlandese, acqua o sole che sia...