lunedì 14 aprile 2008

Locomotive, Anatre e Conigli

Ecco quand'ero piccola (che ultimamente ce l'ho spesso questa cosa di ripensare al quand'ero piccola, che non è forse neanche troppo il rimpianto quanto una insinuante consapevolezza del tempo che scorre e che giorno dopo giorno sto un pochino invecchiando, se penso ai ricordi che ho di qualcosa come 25 anni fa, che cavolo, se uno pensa che ha dei ricordi di un quarto di secolo passato c'è da rimanerci un po' sgomenti), dicevo che da piccola andavo spesso in questo parco che sta a Faenza e ieri dopo tanti anni ci son tornata, di solito tipo ci si fanno delle idee e ci si creano dei ricordi mentali assolutamente contraffatti dei posti di quando si era piccoli, io mi ricordavo questo parco tipo che era davvero grande, tipo quei parchi americani che si vedono nei film, coi laghetti e i fiumiciattoli e i ponticelli e che c'era una locomotiva come "un mostro che dormiva" e che c'erano centinaia di anatre e porcellini d'India e cose così, e ieri ci sono tornata e sebbene la locomotiva abbia perso un po' della sua scintillante immagine, e al posto dei porcellini d'India ci han messo i coniglietti nani, le anatre ci sono ancora tutte, forse di più di quelle che mi ricordavo e il parco è ancora grandissimo e dopo che aveva piovuto, sul far della sera ci son stati dei momenti con una luce particolare che insomma ero proprio felice, felice dentro e fuori, tipo serena che poi a me il verde e l'acqua e gli animali mi fan star bene già di loro, che io me li porterei proprio a casa, ma poi soprattutto una cosa bella è tipo quando volatili e roditori e vecchi vagoni son ricordi che non sono solo i tuoi e che tipo in versione quarto di secolo dopo son tipo cose che puoi condividere con qualcun'altro, insomma i parchi c'hanno queste doti qua...

5 commenti:

Baol ha detto...

Beh....quando i ricordi si mantengono così vivi significa che non sono poi così lontani ;)

io venerdì arrivo a 32 O_______°

Hiraeth ha detto...

Faraway, so close, che Bono c'ha sempre ragione...
non ti stare a preoccupare dei 32 che arrivan x tutti, poi venerdì vedrò di inventare tipo degli auguri speciali... :)

mao ha detto...

Hai ragione sai...i parchi come questo...quello di Faenza,dove da pupetto scalmanato mi arrampicavo sulla locomotiva,davo il mais alle anatre e mi rotolavo giù dalla collina (quella ke da piccoli sembrava lontanissima e altissima)....eheheh!!! ke tempi..ke meravigliosi ricordi!!!...BAOL ha ragiona i ricordi così vivi non sono poi così lontani! ogni tanto ci torno in questo parco e in effetti la sensazione è quella di serenità e spensieratezza ke oggi è dificile trovare nel quotidiano!non posso più arrampicarmi e difficilmente mi rotolerei ancora giù come um "semo" però...il mais alle anatra glie lo do ancora eheh!!...ci sono un pò troppi piccioni ke un tempo non c'erano ma va bè....tutto cambia e fa un pò male,ma i famosi "ricordi"...quelli fanno sempre bene e sorridere agrodolcemente!!! brava Vale!!! BACIO,Mao!!!

Crazy Drile ha detto...

Ma corre corre corre corre la locomotiva
e sibila il vapore, sembra quasi cosa viva
e sembra dire ai contadini curvi, quel fischio che si spande in aria
fratello non temere che corro al mio dovere...

Me embrujaste, de eso no hay duda

Hiraeth ha detto...

@ Mao: Credo che sia importante non perdere mai quello sguardo stupito e la gioia infantile nel fare le piccole cose, e l'entusiasmo di trovare ancora del buono e del pulito in questo mondo che tanto buono non è, e ad esempio io non smetterò mai di commuovermi di fronte alla tenerezza di un coniglietto o di un pulcino...se quello che ci circonda fa schifo, io cerco di vivere in un universo mio, di tenermi i ricordi belli vicini nel cuore e se possibile di crearne dei nuovi...una missione tipo il Guerriero della Luce, per dire...
Un abbraccio anche a te! ;)

@ Sebastian / Crazy Drile: I'm really stupified..Do You Know La Locomotiva??? I can't believe that... :)