domenica 19 ottobre 2008

Le persone a cui voglio bene

Mi sono già smentita. Come volevasi dimostrare.
Coloro non sono una coppia, loro sono i miei Amici:

Persone splendide che sono riuscita ad accalappiare assieme per una foto. A voi Cari l'ultimo pensiero della buonanotte: Vi Voglio Bene!!

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Cara vale, non so perche sto scrivendo questa email.... scrivo a te anche se vorrei parlare a tutti! si a tutti a tutte le persone che vivono in questo cavolo di mondo....
E a voi vorrei chiedere "perche nella vita le cose non vanno come nei film...", "perche non va mai come noi vorremmo..." non cerco la luna... Vorrei solo un po di tranquillita, vorrei vuotare la testa da tutti i miei pensieri e finalmente trovare un po di pace.
Perche crescendo le cose diventano sempre piu complicate, perche non ci sono piu i songni di quando avevo 18 anni e credevo in un futuro pieno di sorprese.... Perche il libero arbitrio non è applicabile al cuore.....
Perche sono cosi insoddisfatto di questa vita... Perche questo male di vivere non mi abbandona mai...
E soprattutto perche ogni notte quando cerco di prendere sonno e vuotare la testa da tutte le mie preoccupazioni; questi pensieri, che come onde di un mare impazzito, scatenano tempeste nella mia testa impedendomi di dormire......
Mi sento come un samurai che, disperso su un isola in mezzo all'oceano pacifico, non sa che la guerra è finita da 60 anni. E come ogni bravo samurai, nascosto nella boscaglia, si ostina a combattere una battaglia che non c'è piu, una battaglia persa tanti tanti tanti anni prima...

Vorrei sparire, sparire dalla faccia della terra..... sparire come una bolla di sapone.....

Maraptica ha detto...

Caro anonimo, non che la cosa ti debba in qualche modo consolare, ma sappi che altre persone si sentono aliene alla serenità. Ciò che tu scrivi sono un pò come le parole di un poeta...i giusti termini di pensieri e sensazioni provate da molti.
Forse stiamo tutti combattendo in un punto diverso della boscaglia, lontani anni luci gli uni dagli altri... e pensiamo di essere i soli.
Un saluto da un'altra che ha "il mal di vivere" :*

Giovanni ha detto...

Boh probabilmente questa volta mi identifico più con l'anonimo che con te maraptica. Certo nel cuore ci sono diversi ripostigli, diversi settori ognuno differente. Ogni mancanza è una mancanza importante.
Però se l'anonimo rischia di ritrovarsi a vivere completamente da solo oppure "solo" con la pacca sulla spalla di un'amico, SE è questo che l'anonimo voleva dire allora probabilmente si, mi identifico più nell'anonimo questa volta.

isterika ha detto...

L'anonimo è il più splendido degli esseri, perchè portando in sè la tenebra dell'abisso s'è fatto di luce per potervi entrare. L'anonimo deve solo accompagnare la sua luce nel mondo perchè gli altri ne restino abbagliati.
Deve solo smettere di specchiare il suo bel viso nello schermo nero del pc tutti i giorni della vita e cominciare a riflettersi negli occhi della gente.
Io continuerò a ripetertelo, anonimo, ogni giorno, fino a quando non mi tirerai dietro il pc e allora, ti piaccia o no, fosse anche solo per uscire a comprarne un altro, io ti stanerò! Vi abbraccio.

Anonimo ha detto...

Cari ragazzi, so benissimo che in questo mondo ci sono tante persone
che si sentono alieni su questa terra e che soffrono del "Mal di vivere"...
E' un po come la classica frase che si dice a chi ha qualche problema
"guarda che c'è chi sta peggio!!" Be a me sinceramente di chi sta peggio o di chi
è messo come me non interessa piu di tanto... Spesso un po di sano
egoismo ci vuole!! Perche mi dovrebbe consolare il fatto che ci siano altre
persone che hanno i miei stessi problemi.... Loro pensano a me? NOn credo proprio...
Il rimanere solo non mi spaventa, la solitudine non mi fa paura anzi spesso ne sono
affascinato.... spesso sogno di sparire di ritrovarmi un qualche zona remota, isolato
da tutto e da tutti, solo con me stesso...
Sara assurdo ma in quei momenti mi sento felice perche so che li nella mia personale isola
di deserta nessuno mi potra raggiungere... Questo mio malessre non mi fa stare
sereno in nessun luogo... mi ci sono specchiato negli occhi della gente e la gente
si è specchiata nei miei. Non vivo davanti ad un coputer, anzi spesso ne sono disgustato..
trovo che chi vive davanti ad un monitor piu che una vita
conduce una non vita. Anche se comprendo il perche di questo...
il computer non tradisce mai il computer e sempre li pronto ad ascoltarci ad aiutarci
a tenerci compagnia sia nei momenti felici sia in i quelli piu javascript:void(0)neri...
E' il nostro fedele amico di silicio... lui c'è sempre!
Ps scusa vale se ho preso un po del tuo spazio... ma credimi non è periodo

Hiraeth ha detto...

@ anonimo: Capisco cosa intendi. Che poi passati i 30, se non si raggiunto punti fermi e stabilità è sempre più difficile continuare la lotta perchè ci vuole nulla, una parola mancata, l'ennesima speranza mal riposta, che diventi facile preda della disillusione e del cinismo, che a volte disperi e ti senti stremato e ti chiedi per cosa stai ancora lottando. E' vero la solitudine a volte affascina, perchè dà una sorta di sicurezza, il rifuggere gli altri perchè almeno da soli si sa quel che si è e cosa si prova, ma io l'ho provato sulla mia pelle. Nessun uomo è un'isola. Sulla delusione ad oltranza ho già scritto. Che del mal comune non me ne faccia mezzo gaudio anche. Sul perchè sei così insoddisfatto della tua vita e sugli altrui specchi non posso darti consigli, che mi sento nello stesso modo. Da come anonimamente mi scrivi pare tu mi conosca, quindi se vuoi disanonimati, così magari il mio prossimo commento sarà più conscio e indirizzato. Forza e coraggio, si fa quel che si può! :)

Hiraeth ha detto...

@ isterika: Va beh, avevi sbagliato destinatario, ma comunque sia, come sempre hai detto cose sagge. che io non so mica come fai te ad essere così saggia. Che poi solitamente le persone sagge sono pesanti, e invece tu sei leggera come acqua di sorgente, ma si vede che le mie foto ispirano questi commenti sentiti, quindi vuol dire che faccio bene le foto io? Secondo me è che quei soggetti lì ispirano affetto al prossimo! ;)

Hiraeth ha detto...

Spesso il male di vivere ho incontrato:
era il rivo strozzato che gorgoglia,
era l'incartocciarsi della foglia
riarsa, era il cavallo stramazzato.
Bene non seppi, fuori del prodigio
che schiude la divina indifferenza:
era la statua nella sonnolenza
del meriggio, e la nuvola, e il falco alto levato.

Hiraeth ha detto...

@ giovanni/Maraptica: Io mi riconosco in una parte di tutti Voi, anche se sono Io. Io che sono la somma di ogni mio sentimento e pensiero, che può essere in un attimo lontanissimo e vicinissimo. Mi piace pensare che chi mi commenta lo faccia perchè a suo personalissimo modo sia vicino al mio dolore e a quello che sono. Io sono egoismo e disperazione, luce e ombra, mai ambra, mai chiaroscuri, mai vie di mezzo. Provo attraverso questo blog a manifestare quello che ho dentro, le cose brutte per esorcizzarle, quelle belle perchè mi diano lo forza di credere. A volte mi viene, a volte no. Se però una mia foto o un mio pensiero positivo scatena una reazione, allora tipo credo di essere riuscita a comunicare, a far entrare in contatto anche altri. E nonostante il silicio sia un minerale, che non so nemmeno che forma o composizione chimica abbia, beh, al buon silicio non gli dò un calcio nel sedere. Poi qua nessuno ruba spazio, se uno scrive quello che prova, io lo prendo su volentieri. Abbraccio virtuale a tutti e a quei pochi che posso di persona. :)

Hiraeth ha detto...

E da Patrona del mio blog, mi viene in mente solo questo pezzo qua, stasera:

E mi ricordo chi voleva
al potere la fantasia...
erano giorni di grandi sogni........sai
erano vere anche le utopie
Ma non ricordo se chi c'era
aveva queste queste facce qui
non mi dire che è proprio così
non mi dire che son quelli lì!

E ora che del mio domani
non ho più la nostalgia
ci vuole sempre qualche cosa da bere
ci vuole sempre vicino un bicchiere!
Ed ora che oramai non tremo
nemmeno per amore...sì!...
ci vuole quello che io non ho
ci vuole "pelo" sullo stomaco!

Però ricordo chi voleva
un mondo meglio di così!
sì proprio tu che ti fai delle storie...(ma dai)...
cosa vuoi TU più di così
E cosa conta "chi perdeva"
le regole sono così
è la vita! ed è ora che CRESCI!
devi prenderla così......

SI!!!!
STUPENDO!
MI VIENE IL VOMITO!
è più forte di me
NON lo so
se sto qui
o se ritorno
se ritorno
se ritorno tra poco, tra poco....tra poco