giovedì 24 luglio 2008

Noia e formalità e paranoie

Cito sempre di più, quasi non avessi più pensieri miei, che così non è, è che sono troppi e allora mi affido al leit motiv della serata, che ovviamente cerco di adeguare all'estro del momento, che chiaramente è sempre un estro malsano, stasera è"Affinità-Divergenze....."
Ero indecisa se postare il testo di Noia, che ben si adatta al mio stato semivegetativo serale estivo, ma ho deciso anche no, che alla noia ci sto lavorando per porci rimedio, che ho bisogno di stimoli e allora alacremente progetto come un'apetta operosa; allora ci poteva stare Io sto bene, ma al fin della fiera sport lo faccio e di eliminare caffè e sigarette non ho fatto fioretto, quindi bocciata, Curami sa troppo da richiesta d'aiuto, allora anche no, che di me mi devo prendere cura da sola, Morire andrebbe sempre bene con il suo/mio mantra produci-consuma-crepa, Valium & C. è troppo ovvia, in effetti adoro quest'album, in effetti mi calza a pennello ogni singola traccia, ma visto che il confine geografico è molto labile e sono pur sempre rock, ho scelto:

Un freddo più pungente
accordi secchi e tesi
segnalano il tuo ingresso
nella mia memoria
consumami distruggimi
è un pò che non mi annoio
aspetto un’emozione
sempre più indefinibile
teatri vuoti e inutili
potrebbero affollarsi
se tu ti proponessi di recitare te
Emilia Paranoica
brucia Tiro, Sidone il roipnol fa un casino
se mescolato all’alcool
bombardieri su Beirut
due tre quattro plegine
chiedi a settantasette
se non sai come si fa
E. MI. LI A. PA. RA. NO. oi.oi.oi.oi. CA.
posso essere uno stupido felice
un prepolitico un tossicomane
quello che se ne va nelle storie d’amore
camminare leggero soddisfatto di me
da Reggio a Parma, da Parma a Reggio,
a Modena, a Carpi, a Carpi al Tuwat
Emilia di notti dissolversi stupide
sparire una ad una impotenti
in un posto nuovo dell’A.R.C.I.
Emilia di notti agitate per salvare la vita
Emilia di notti tranquille
in cui seduzione è dormire
Emilia di notti ricordo
senza che torni la felicità
Emilia di notti d'attesa di non so più
quale amor mio che non muore
e non sei tu e non sei tu
EMILIA PARANOICA
EMILIA PARANOICA
PA.RA.NOI.CA. PA.RA.NOI.CA.
aspetto un’emozione
sempre più indefinibile
sempre più indefinibile

Cavolo e pensare che Lindo era un operatore psichiatrico. Insomma io da un operatore del genere mi ci sarei fiondata di corsa, che la cura adatta a me la trovava sicuro, altro che la "raccolta delle follìe della Vale" che mi han dedicato in ufficio. Datemi dei containerssssss cazzzoooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

3 commenti:

Crazy Drile ha detto...

Take a look in your mail

Cya

Baol ha detto...

Considerando che adesso fa l'apologia di Ratzinger e segue le battaglie di Ferrara mi sa che si è sconvolto un po' troppo il caro Lindo...

Hiraeth ha detto...

@ Crazy Dryle: Thank you dear! I'll write you back soon, hope with some morer happier news...who can't tell?

@ Baol: Ehm già, non mi ci far pensare a queste cose, che in effetti mi sa che non è più molto "fedele alla linea"...