domenica 20 luglio 2008

Saturday Night Fever

Ecco io son qua che c'ho la febbre del sabato sera, che mi dovrei andar a letto e lo so, e tra un po' ci vado anche, però c'ho questa smania: che cavolo che mi mancano i pantaloni a zampa e la zeppa da 10 e la camicia fiorata, quindi non posso mica andare a ballare, allora mi pare una buona idea di quelle mie solite malate, prima di andare a nanna, di scrivere qualcosa,
Pausa di circa un'ora.
Si è materializzata al portone la mia genitrice.
"Te sei esaurita" ha detto.
Grazie per avermi svelato questa realtà.
"Ah ma quando uno è esaurito si mette sotto mutua."
"Poi ti danno delle medicine che stai bene."
Ma grazie mille, che da sola a queste conclusioni spicciole mica ci arrivavo da sola, io che conosco per filo e per segno ogni pilloletta la cui composizione chimica finisce per "ina".
"Stai a casa un po' di settimane, dormi, prendi le pastigline e poi dopo sei a posto, non c'è mica niente di strano."
Sì sì. E li lascio nella merda i miei colleghi, che se la smazzino loro la mia nave d 12 ore al giorno, Vince che è il mio babbo adottivo anche se ha solo quattro anni più di me, la Nanà, la mia amica che ha il Nilo nelle vene e dodici anni meno e una testa il doppio, la maestrina Simo che ne ha undici in più e dieci in meno ne dimostra, disgraziata ad oltranza ma delle mie colpe/paturnie/esaurimenti me ne piglio la responsabilità.

Al fin della fiera di persone vere vicine due sole ne ho.

Da una posso avanzar pretese di contingente presenza e vicinanza, perchè altrettanto io faccio, se non ci hanno allontanato otto anni, di tormenti e di tutto quel che c'è stato nel bene e male, io lo so che ormai siamo al di sopra ogni prova e sospetto (F5)

Dall'altra non posso neanche pretendere nulla, che nel torto ci sto io e basta, e il resto sono parole, il mio vajont interiore non è una giustificazione, non sono la mia debolezza/disperazione che mi portano a quel che tu sai. Sei solo tu, quello che sei. Io altrettanto. Di giustizia ne pontifichi chi c'ha studiato. Di dubbi e paure e incertezze, penso non si possa esserne immuni. Mancanze, ok? Ci possono stare. Nel mio estremismo vedo che esistono le vie di mezzo.
Mea Culpa Mea Culpa Mea Maxima Culpa (ci mettiamo pure un penitenziagite e un po' di cilicio per farla più drammatica?)

Al mondo ho poche certezze, ho l'Irlanda, l'MSC, ho TE, ho Faber, ho Jackie, ho Bono e sembrerebbero un sacco 'ste cose...

9 commenti:

Baol ha detto...

Per un momento c'è stato bisogno di risolvere delle equazioni per capire il post...poi tutto, al solito, ha ricominciato a scorrere ;)

Un abbraccio

Giacomo ha detto...

Non credo agli UFO, ma ci spero...

Hiraeth ha detto...

@ Baol: Ulteriore prova di quanto sia contorta la mia mente...però si vede che tu sei come sempre acuto e cogli un senso in mezzo ai miei deliri. Abbraccione e passa una buona domenica!

@ Jackie: Beh, quello che hai intravisto oggi lascia spazio all'idea che forse non era solo un satellite spia... poi io lo sai, che uno l'ho visto per davvero. The truth is out of here. :)

Marco ha detto...

Leggendoti sembri complicata come un vicolo di Dublino vecchia ma alla fine risulti solare come la Doolin in un mattino di primavera :-)...
Slaintè

Crazy Drile ha detto...

Ciao Vale...please stop one minit, turn on your speackers and enjoy Irish Girl

http://www.youtube.com/watch?v=P9Ner9F7_RI

Un beso Bruja Azul

Sebastian

Hiraeth ha detto...

@ Marco: Di complicanze son molto pratica, che poi ci vuol poco a perdersi per i vicoletti di Dublino, pure se si crede di conoscerli a menadito, la mia Verde Patria non è famosa per il troppo sole, ma ti ringrazio immensamente del paragone, che quando ci sono dei soli come quelli, come le primavere di Doolin o nelle estati di Fishguard, val proprio la pena che piova...

@ Crazy Drile: Thanks for your link, very positive and powerful, beautiful song by Enya, and even if I don't believe very much in american "improve yourself" mantra, sometimes it's helping try to believe! :)
A big hug to you!!!

Crazy Drile ha detto...

Cercando di creare non funziona, è una questione di fede è credere ...

Me he acordado mucho de ti sobretodo cuando voy a algunos Pub Irlandeses por una guinness helada y escucho musica con olor a tréboles verdes

Take it easy Oi girl

kabalino ha detto...

io so che ti voglio bene

Hiraeth ha detto...

@ Crazy Drile: Well, maybe I've lost my faith, in everything, it's always a risk try to believe, it's often dangerous trust...

@ Kabalino: Lo so. E sai anche che per me è lo stesso...